Archivio tag: studente

Deborah Levi - Bertherat

I viaggi di Daniel Ascher

Einaudi, 2017
avatar

Postato da
il

Cara Hélène, spero che tu ti sia sistemata bene in rue Vavin. Qui è magnifico. Ti racconterò, ma solo se insisti…
Con tutto il mio affetto. Daniel H.R.

La storia irrompe spesso nelle vite deformandone il corso, senza preavviso, senza chiedere il permesso. In questi casi reagire agli eventi e ricostruirsi una quotidianità non è facile. Può aiutare il ricorso alla finzione, all’inganno: verso se stessi e verso gli altri.

Hélène ha vent’anni ed una passione per l’archeologia. Frequenta l’università a Parigi, dove vive in un appartamento messole a disposizione dal prozio, Daniel Ascher, personaggio enigmatico, un po’ sopra le righe, scherzoso con i bambini, schivo con gli adulti.
Noto scrittore di romanzi di avventura per ragazzi – pubblicati sotto lo pseudonimo di H.R. Sanders – Daniel è spesso lontano da casa, impegnato in lunghi viaggi per il mondo, dai quali invia alla nipote cartoline illustrate.
Hélène non lo vede spesso né è mai parsa interessata ai suoi libri, finchè non conosce Guillame, di cui si innamora e che invece conosce a memoria ogni romanzo della serie. Con curiosità e leggerezza, ma non senza coinvolgimento, Hélène inizia a scavare nelle memoria e nei ricordi della propria famiglia: una delicata ricerca nel passato che la porterà a scoprire la dirompente verità.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche Robinson Crusoe – Daniel Defoe
Moby Dick – Herman Melville

e vedi anche Scoprendo Forrester – Gus Van Sant
Molto forte incredibilmente vicino – Stephen Daldry

Leggi tutto ►

Mira Nair

Il fondamentalista riluttante

USA, Gran Bretagna, Qatar, 2012
avatar

Postato da
il

Solo una cosa. Ascolta tutta la storia fin dall’inizio. Mai fidarsi delle apparenze.

Io amo l’America, anche se mi hanno cresciuto come un vero pakistano. Poi mi sono trasferito in Occidente, dove mi hanno accolto a braccia aperte.

Non era facile rendere in un film il bel libro di Mohsin Hamid, recensito su Extratime poco più di un anno fa. Il romanzo e’ infatti un lungo monologo, in cui un giovane pakistano racconta la propria vita ad un indefinito “interlocutore” americano. Ai protagonisti non vengono date caratterizzazioni specifiche che permettano di collocare l’incontro in un luogo preciso. E’ invece certa la collocazione temporale: un momento successivo all’11 Settembre 2001.
La regista indiana, Mira Nair, e’ riuscita pienamente a riportare sul grande schermo i dialoghi e la tensione emotiva della trama, arricchendola per molti aspetti  anche di fascino ed emozione. L’ambientazione del film e la storia sono in gran parte inventate per esigenze cinematografiche, eppure si ha fin da subito la sensazione che si sia rimasti profondamente fedeli al senso del romanzo.
Un film intelligente che, come l’omonimo libro, parla di incomprensioni e tensioni tra Occidente e Oriente, e volutamente riporta su un piano soggettivo lo stravolgimento che la tragedia delle Torri Gemelle ha causato nei rapporti tra uomini e culture diverse. Bella la colonna sonora, poetici ed evocativi gli interni e gli esterni.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
11 Settembre 2001
La 25° ora

… leggi anche Il fondamentalista riluttante – Moshin Hamid

ed ascolta anche la Colonna sonora del film – Fareed Ayaz & Abu Muhammad

fondamentalista riluttante

Regia: Mira Nair
Sceneggiatura: Ami Boghani, Mohsin Hamid, William Wheeler
Fotografia: Declan Quinn
Montaggio: Shmit Amin
Musiche: Michael Andrews
Durata: 130′

Interpreti e personaggi principali:
Riz Hamed: Changez
Kate Hudson: Erica
Liev Schreiber: Bobby
Kiefer Sutherland: Jim
Om Puri: Abu

 

Leggi tutto ►