Archivio tag: Vanessa Diffenbaugh

Sarah Crossan

Apple e Rain

2016, Feltrinelli, 269 pagine
avatar

Postato da
il

Pensavo che amiche per sempre volesse dire per sempre insieme,
per sempre, per sempre sincere.
Ora so che vuol dire “fin quando”.

Apple ha quasi quattordici anni e da undici vive con la severa nonna detta “Nana”, dopo che sua madre Annie è scappata in America per fare l’attrice, senza lasciare più traccia. Il padre di Apple è sempre stato presente più per salvare le apparenze che per un reale interesse per la figlia. Si è risposato con l’odiosa Trish e stanno per avere un figlio, per cui il tempo che dedica ad Apple è limitato. Apple ha una sola amica, Pilar, che però recentemente la snobba per passare la maggior parte del tempo con la popolare Donna, che nei confronti di Apple è sempre antipatica e velenosa. Un giorno improvvisamente sua madre torna dall’America per riallacciare i rapporti con la figlia, ma ha dimenticato di rivelarle un importante segreto: ha una sorellina più piccola, di nome Rain, che è davvero un po’ particolare e a causa delle scelte a volte irresponsabili di sua mamma, Apple dovrà prendersene cura.
Ad uscire da questa brutta situazione ci pensano un nuovo amico, Del, ed il professor Gaydon che le insegnerà ad esprimere le sue emozioni tramite la poesia.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
Fabio Geda, Anime scalze
Virginia Mac Gregor, Quello che gli altri non vedono
Garcia Kami, La sedicesima luna
Vanessa Diffenbaugh, Le ali della vita

E guarda anche:
Makoto Shinkai, Il giardino delle parole

Leggi tutto ►

Orto Botanico di Padova

avatar

Postato da
il

Padova, città dalle mille cose da vedere, ha una sorpresa nel suo centro storico: l’Orto Botanico dell’Università.
È una storia lunga centinaia di anni: il 1545 è l’anno di fondazione (è l’orto botanico più antico del mondo), nel 1997 è entrato nel Patrimonio Unesco, dal 2014 è aperto il Giardino delle Biodiversità, cinque serre per cinque continenti. Un totale di 37.000 mq per conoscere e preservare la diversità del mondo vegetale: troviamo la Palma di Goethe piantata nel 1585 oppure un Ginkgo Biloba, vero e proprio fossile vivente piantato nel 1680. E ancora: si passa dalle spettacolari piante tropicali al fascino discreto delle piante mediterranee.
Naturalmente la storia delle piante si intreccia con quella dell’uomo: con percorsi ad hoc si riscoprono come sono state usate per migliorare la qualità di vita, dalle abitazioni alle bioplastiche.
Antico e moderno si incontrano in questo luogo vivente dove l’uomo è sia osservatore che conservatore della diversità del mondo vegetale.

Per saperne di più:
- Sito ufficiale
- Facebook
- Twitter
- E-mail
- App Orto botanico di Padova

Se ti è piaciuto l’Orto Botanico di Padova:
- Parco Giardino Sigurtà
- Orto Botanico di Pisa
- Real Jardin Botanico di Madrid
- Piante Carnivore a Brescia

Leggi:
Il linguaggio segreto dei fiori – Vanessa Diffenbaugh

Guarda:
Il Était Une Forêt – Luc Jacquet

Leggi tutto ►