Archivio tag: walt disney

Giulio Giorello, Ilaria Cozzaglio

La filosofia di Topolino

2013, Guanda, 253 pagine
avatar

Postato da
il

Topolino non cessa ancor oggi di rivelarsi un maestro di libertà creativa, proprio là dove non si accontenta della costellazione di norme e dogmi ricevuti,ma al tempo stesso non si dimentica del richiamo dell’esperienza che ne fa uno di tutti noi.

L’arma di Topolino è quella dell’ironia e del paradosso

18 novembre 1928, questa è la data della prima apparizione di Topolino. E da allora è un successo continuo.Ma perché Topolino piace tanto? Perché non è un semplice personaggio dei fumetti,ma, come direbbe Cartesio, un vero e proprio “topo pensante”.

Cosa c’entra Topolino con la filosofia e la metafisica? È quello conte ci spiegano Giulio Giorello e Ilaria Cozzaglio in questo saggio. Prendendo in esame 12 storie di Topolino ( più due in appendice) pubblicate la prima volta dal 1935 al 1961, gli autori ci mostrano  i legami tra il topo più famoso al mondo e il pensiero di molti filosofi come Cartesio, Galileo, Kant, Spinoza; ma anche con grandi scrittori e poeti come Verne, Omero, Joyce, Shakespeare e Yeats.
Per esempio, in “Topolino giornalista” (1935) si parla di gangsyer e di corruzione. Nella storia Topolino e l’uomo nuvola (1936)  il professor Enigm ( nel fumetto originalr Einmug, personaggio liberamente ispirato dal fisico Albert Einstein) ha scoperto una nuova e potentissima forma di energia di “allineamento degli atomi”. Pippo, filosofo a suo modo, recita la parte del Candide di Voltaire.

Ma le infinite sfaccettature di un personaggio come Topolino non finiscono certo qui e per chi fosse convinto che in fondo i fumetti sono roba da ragazzini, ricordiamo che tra i numerosi fan di Topolino c’erano anche Ezra Pond e Paul Adrien Maurice Dirac, l’inventore dell’antimateria.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
William Irwin,  I Simpson e la filosofia
Gaspa – Giorello, La scienza tra le nuvole : da Pippo Newton a Mr Fantastic
Jules Verne, Ventimila leghe sotto i mari
Topolino giornalista, Topolino 80 anni insieme
Serie Gli anni d’oro di Topolino 

e guarda (e ascolta) anche:
Walt Disney, Fantasia 

Leggi tutto ►

John Lee Hancock

Saving Mr. Banks

USA, 2013
avatar

Postato da
il

Non sono i bambini che Mary Poppins viene a salvare, ma il padre, suo padre, signora Travers

P.L. Travers, autrice nel 1934 dell’amatissimo romanzo per ragazzi “Mary Poppins”, è una donna molto determinata: per nessun motivo permetterà a Walt Disney di realizzare una pellicola che abbia come protagonista la celebre tata. La tenacia e la pazienza di Disney verranno premiate dopo ben vent’anni di tentativi. Solo nel 1961, infatti, la signora Travers, costretta da problemi economici, a malincuore accetta l’offerta e vola negli Stati Uniti per seguire da vicino la realizzazione del film.
Sarà un lavoro duro, sempre sull’orlo del fallimento a causa del carattere intransigente e capriccioso della scrittrice, che pretende l’ultima parola su ogni aspetto della sceneggiatura e  delle musiche. Durante questa parentesi americana, la Travers toglie a poco a poco il velo su un’infanzia drammatica, profondamente segnata dalla figura del padre, fragile ed inaffidabile.
Un film delizioso, volutamente imbevuto di sano sentimentalismo, che emoziona e coinvolge.
Tom Hanks molto bravo, Emma Thompson perfetta nel ruolo.

Ti è piaciuto questo film? Allora vedi anche
Mary Poppins – Robert Stevenson
The shadow of Mary Poppins – Lisa Matthews

e leggi anche Mary Poppins – P. L. Travers
Vita di Walt Disney. Uomo sognatore e genio – Michael Barrier

saving mr banks

Regia: John Lee Hancock
Sceneggiatura: Kelly Marcel, Sue Smith
Montaggio: Mark Livolsi
Fotografia: John Schwartzman
Musiche: Thomas Newman
Durata: 120′

Interpreti e personaggi
Emma Thompson: P.L. Travers
Tom Hanks: Walt Disney
Paul Giamatti: Ralph
Jason Schwartzman: Richard Sherman
Bradley Whitford: Don Da Gradi
Colin Farrell: Travers Goff

 

Leggi tutto ►