Archivio tag: werner herzog

Werner Herzog

Grizzly Man

Usa, 2005
avatar

Postato da
il

Ciò che mi turba è che, su tutti i volti di tutti gli orsi ripresi da Treadwell, non ho mai visto affinità, comprensione o pietà.
Vedo solo la travolgente indifferenza della natura.
Per me non esiste nessun mondo segreto degli orsi.
Questo sguardo vuoto suggerisce solo una ricerca quasi meccanica di cibo.
Ma per Timothy Treadwell quest’orso era un amico, un salvatore.

Un’infanzia e un’adolescenza serene.
E poi gli anni del college, che precipitano in un buco nero di dipendenze e alienazione.
E’ la voce infantile e dolcissima di Timothy Treadwell a raccontarci di sé e delle motivazioni che lo spingono a un’esperienza apparentemente folle: trascorrere l’estate tra gli orsi della riserva naturale del Katmai National Park in Alaska, per studiarli, proteggerli da non meglio identificati nemici (di volta in volta governo, guardiaparco, bracconieri) e diventare uno di loro, finalmente lontano da quel consesso umano che sempre aveva trovato tanto faticoso.
La sua avventura si concluderà tragicamente al tredicesimo viaggio, ucciso e divorato, con la fidanzata Amie Huguenard, da uno di quegli orsi che considerava amici.
Le oltre cento ore di filmati che Timothy raccoglie anno dopo anno divengono la base su cui il grande regista Werner Herzog costruisce un documentario memorabile, montandole con interviste a conoscenti e amici dell’uomo, che manifestano, anche con durezza, la propria opinione sul terribile finale di storia.
Lungi dall’esprimere un giudizio etico sulle scelte di Treadwell, Herzog trae dalla pura casualità dei frammenti una straordinaria riflessione sulla bellezza incidentale dell’immagine e su un’idea pura di cinema (una piccola volpe si intrufola nell’inquadratura; un momento vuoto si fa improvvisamente poesia, con il vento che spazza i rami come una sinfonia); su quel vortice scuro e insondabile che è l’animo umano, sulla totale indifferenza di una natura che è solo violenza, caos e istinto.
Un vero capolavoro, scomodo e commovente.
 
Ti è piaciuto questo film? Allora guarda anche
Cave Of Forgotten Dreams – Werner Herzog
L’enigma di Kaspar Hauser – Werner Herzog
Into The Wild – Sean Penn
 
…e ascolta anche
Glencoe – Richard Thompson
Coyotes – Don Edwards
 
Locandina di Grizzly Man, documentario di Werner Herzog
 
Regia: Werner Herzog
Sceneggiatura: Werner Herzog
Fotografia: Peter Zeitlinger
Musiche: Richard Thompson
Durata: 100′
 
Interpreti
Timothy Treadwell
Jewel Palovak
Werner Herzog

Leggi tutto ►

Simona Gretchen

Post-Krieg

Disco Dada/Blinde Proteus, 2013
avatar

Postato da
il

Quattro anni sono passati da Gretchen Pensa Troppo Forte, folgorante esordio di Simona Darchini che aveva saputo trasfigurare gli spigoli di un cantautorato rock nervoso e multiforme in un esorcismo personalissimo, un invito a sfilarsi la pelle per scoprire cosa ci stesse sotto.
Il presente si chiama Post-Krieg, un pugno di brani memorabili incentrati sui conflitti interiori che lacerano l’identità.
La voce non è più quel nervo scoperto, ma un coro di voci lontane, estasi mistica di riti celebrati in stanze oscure, mentre lo spettro sonoro letteralmente esplode: Post-Krieg apre su cadenze minacciose e bassi lugubri di derivazione post-punk, Hydrophobia scioglie la tensione di un groove maligno in un devastante break post-hardcore; gli archi di Enoch si adagiano su un dolce ritmo ternario e stringono il cuore fino alle lacrime, le chitarre aeree di Pro(e)vocation incrociano arpeggi avvolgenti.
La chiusura spetta al trittico Everted: marziale e ipnotico nell’apertura; sognante, quasi impalpabile, e poi epico e trionfale, in una seconda parte che va a morire là dove era nata; lento e inesorabile nella complessa architettura del finale.
Un album strabiliante per impatto fisico ed emotivo, pensato come un commiato: con Post-Krieg, Gretchen esce di scena.
Tutto quel che farà Simona, ora, differirà inevitabilmente per forma e sostanza; conserverà però per certo quello stesso rigore morale, il medesimo sapore di ruggine e ossa.
 

 
Ti è piaciuto questo album? Allora ascolta anche
Robert Lowell – Massimo Volume
Vater – Soap&Skin
Esco – C.S.I.
Backlit – Isis
 
…e leggi anche
Middlesex – Jeffrey Eugenides
Fight Club – Chuck Palahniuk
 
…e guarda anche
Boys don’t cry – Kimberly Peirce
L’enigma di Kaspar Hauser – Werner Herzog
 
Scaricatelo gratis e legalmente da MediaLibraryOnLine e, se non sapete di cosa stiamo parlando, correte nella biblioteca più vicina a casa vostra per scoprirlo!

Leggi tutto ►