Frances Hardinge

una ragazza senza ricordi

2017, Mondadori, 433 pagine
avatar

Postato da
il

Lo so, ti sei svegliata un giorno e hai scoperto che non potevi essere la ragaza che tutti si aspettavano che fossi. Semplicemente, non eri più lei, e non potevi farci nulla. E così la tua famiglia ha deciso che eri un mostro e ti si è rivoltata contro. Credimi, io lo capisco. E lascia che ti dica, da mostro a mostro. il fatto che tutti dicano che sei un mostro non significa che tu lo sia davvero.

Triss si risveglia dopo una rovinosa caduta nel fiume Macaber, ma è confusa, i suoi ricordi si confondono, alcuni mancano del tutto ed una risata le sussurra nella mente “Sette giorni!”. I suoi amorevoli genitori le dicono di non preoccuparsi, deve avere tempo per riprendersi dall’incidente, in fondo lei ha sempre avuto una salute molto cagionevole e per questo motivo va protetta ed isolata dal resto del mondo.
La sua sorellina Pen però sembra odiarla, e continua a gridarle in faccia che lei non è vera, che è una bugiarda. Triss pensa che la sorellina sia solo gelosa di tutte le attenzioni che lei riceve, ma dopo un paio di giorni si accorge che qualcosa nella sua guarigione non sta andando come dovrebbe, continua a perdere peso ed è vittima di una fame insaziabile che le fa perdere la ragione.
Inoltre dopo l’incidente, si comporta in modo differente ed  ha il sospetto che sia i suoi genitori, sia Pen le stiano nascondendo qualche importante segreto, mentre un personaggio strano ed inquietante si muove nell’ombra.

Dopo l’Albero delle bugie, vincitore del Costa Book Award nel 2015, Frances Hardinge torna con un nuovo romanzo carico di suspense, dal ritmo serrato e pieno di colpi di scena, in cui il mondo delle creature magiche gioca un ruolo principale.
I personaggi sono ben delineati, a tutto tondo, credibili ed ognuno di loro ha diverse caratteristiche di luci ed ombre.

Ti è piaciuto questo libro?
Allora leggi anche:
Frances Hadinge, L’albero delle bugie
Holly Black, Fata delle tenebre

 

Torna a ► leggo