Damien Chazelle

Whiplash

Usa, 2014
avatar

Postato da
il

Non esistono in qualsiasi lingua del mondo due parole più pericolose di “bel lavoro”

Questo film, nato come corto, scocca una breccia nei film dedicati all’universo musicale. Andrew studia batteria jazz nella più prestigiosa ed importante scuola di musica di New York, è al suo primo anno e già viene notato da Terence Fletcher, temutissimo e inflessibile insegnante che a sorpresa lo vuole nella propria band. Il ragazzo è eccitato dalla possibilità ma non sa che in realtà sarà un inferno di prove, esercizi e umiliazioni come non pensava fosse possibile. Gli standard richiesti da Fletcher sono mostruosi e progressivamente alienano sempre di più Andrew dalle altre parti della sua vita.

Storia feroce e profondamente anticonvenzionale, esalta la tecnica musicale rispecchiando la cura e la velocità con cui Damien Chazelle confeziona un film eccitante e pericoloso. Chi vive ancora nell’idea che il solo talento sia il discrimine fra successo e fallimento, davanti alla tenacia di Andrew, non può che mettersi in discussione. Il talento è solo la base attraverso la quale spingersi in un lavoro estenuante e costante. Nel caso di Terence Fletcher quel lavoro si trasforma in un atto di fede e tutto deve essere teso al successo con un sacrificio totale. Fletcher è il mostro perfetto che ci risveglia in una società che si è abituata a prestazioni mediocri, assonnate e noiose. Il jazz anima anarchica per eccellenza è la chiave di volta che ci mette in discussione: solo nella pura improvvisazione ritroviamo noi stessi e l’amore profondo per quello che stiamo facendo a patto di sapere alla perfezione la tecnica di base. Senza questo allenamento invasivo siamo nulla, copie dell’originale, spersonalizzati e destinati all’oblio. Scordatevi tutti i musical leggeri e piacevoli in cui il riscatto dalla vita (e dai propri errori) arriva dal cielo solo per il fatto di essere predisposti a un determinato tipo di arte. La musica esige un prezzo altissimo: l’anima. Il dolore e la fatica che ne derivano sono al limite della disperazione, ma il successo, quando arriva, ripaga molto più di una gloria momentanea restituendo la stima e l’amore per se stessi. Il riscontro degli altri è solo una lusinga, quello che conta è la soddisfazione di aver fatto qualcosa che non è solo “un buon lavoro” ma fare un “lavoro eccellente”.

Esaltante e audace.

Se ti è piaciuto questo film guarda anche:

Lenny Abrahamson, Frank 

Leggi anche:

Donna Tartt, Dio di illusioni

Ascolta anche la splendida colonna sonora del film:

Whiplash

locandina  wip

RegiaDamien Chazelle
Sceneggiatura: Damien Chazelle
Genere: Drammatico
CastMiles TellerJ. K. Simmons, Melissa Benoist, Paul Reiser, Jayson Blair
Distribuzione: Sony Pictures
Fotografia: Sharone Meir
Montaggio: 
Tom Cross
Musiche: 
Justin Hurwitz

 

Torna a ► guardo