Come pulire la griglia del barbecue weber : i nostri consigli

Quanto è bello il mondo del barbecue? Tantissimo, ma bello quanto impegnativo. Purtroppo ha differenza della classica cucina non finisce il tutto nel momento in cui si chiudono i fornelli ma bisogna avere del tempo per aspettare che si freddi la brace per poi pulire accuratamente il tutto in modo da non rischiare intossicazioni alimentari o rovinare il nuovo barbecue. In questo articolo vedremo come pulire la griglia del barbecue weber, uno dei principali marchi produttori di attrezzatura e accessori per bbq.

Sapevi che i grassi del pranzo/cena precedente agiscono sulla griglia del tuo barbecue? Rimangono attaccati e più passa il tempo più diventano difficili da togliere. C’è poi un grande problema, la griglia non si può inserire in lavastoviglie come un semplice piatto, rischia di rovinarsi e arrugginirsi quindi non compiere assolutamente questo gesto.

Dal sito ufficiale della weber si evince come tutti i prodotti sono realizzati con materiali molto resistenti e di qualità, quindi in teoria sono trattati con prodotti antiruggine, ma è sempre meglio asciugare la griglia se lavata con acqua.

Perché pulire la griglia

Le griglie devono essere sempre pulite da eventuali residui di cibo, non basta la solita “sterilizzata” sul fuoco prima di cucinare, questo poteva essere accettato qualche anno fa quando non si aveva ancora una certa cultura verso l’igiene nel bbq, ma ora, essendo diventato un metodo di cottura abbastanza comune bisogna prestare più attenzione.

Il nuovo sito Nati per il Barbecue ha un’intera sezione dedicata alla pulizia per esempio, un portale nato da poco che sin da subito ha impiegato risorse e tempo nello spiegare l’importanza di un’adeguata pulizia sia della griglia come di tutto il bbq in generale.

Anche perché, parliamoci chiaro, siamo orientati sempre di più verso il risparmio del cibo e a ridurre gli sprechi alimentari, una sana idea di igiene può solo che migliorare il livello della nostra salute e benessere.

Come pulire la griglia

Esistono molti accessori per pulire la griglia, ma il classico pennello o anche la spazzola inizialmente può andare più che bene. Non importa se hai un barbecue a gas o a carbonella, una volta finita la cottura lascia un po’ di calore a disposizione sotto la griglia in modo da facilitare l’operazione di pulizia.

Passa raschiando con leggera forza, non esagerare altrimenti rischi di rovinare la griglia, tra una riga e l’altra facendo molta attenzione alle parti vuote. Lì si incastra e si nasconde spesso il residuo alimentare. Puoi anche utilizzare un pennello a T per pulire meglio quelle parti.

Ricordati, non pulire la griglia del barbecue weber con la lavastoviglie. I detergenti rischiano di causare danni irreversibili. La weber ha una gamma di prodotti per la pulizia davvero molto ampia e sono tutti in grado di riportare in vita il tuo bbq anche se si trova in condizioni non proprio eccellenti.

Rivediamo quindi i consigli principali:

  • Cambia regolarmente la griglia almeno una volta all’anno per tenerla sempre in buono strato
  • Compra gli accessori per la pulizia del barbecue e tienili puliti in un posto al sicuro
  • Utilizza se puoi un barbecue con sistema di pulizia per la cenere in modo da evitare di aspettare ore prima di rimuovere la cenere
  • Svuota la cenere solo quando è fredda
  • Evita sempre di riporre la griglia sporca nella credenza o ancor peggio lasciarla sul barbecue

Ricordati che c’è sempre un barbecue successivo da preparare e più il tuo bbq sarà ben curato, più rimarrà un tuo fedele compagno di viaggio sia che si alimenti a gas, a carbonella o elettrico, non ci sono differenze. La pulizia è necessaria, come specificato anche dall’ansa oltre ad essere una questione igienica è anche di salute!

Pubblicato
Etichettato come Utilità