Consigli per la pulizia degli uffici

Per assicurare ai clienti, ai colleghi ma anche a noi stessi un luogo di lavoro sempre igienizzato e sicuro è di fondamentale importanza eseguire con una certa frequenza la pulizia degli uffici.

Questa diventa indispensabile per salvaguardare la salute di chi ci lavora e per evitare l’insorgere di allergie e di altri disturbi causati spesso dalla presenza della polvere.

Per di più tenere in ordine l’ufficio e pulirlo con una certa frequenza favorisce un certo stato mentale di serenità, che aiuta a lavorare meglio.

Vediamo i consigli forniti da Alternativa Servizi, una ditta di pulizie uffici a Roma esperta nel settore per migliorare il modo in cui si vive l’ufficio ogni giorno.

Come pulire le scrivanie

Per eseguire la pulizia degli uffici preferiamo partire da quella che secondo noi rappresenta il mobile più importante presente in questo tipo di ambienti: la scrivania, poiché è dove si trovano due elementi essenziali per lavorare, il pc e la tastiera, oltre a tutto il resto come scartoffie, penne e via dicendo.

Per pulirla bisogna prima di tutto rimuovere momentaneamente tutto ciò che è presente sul ripiano e poi eliminare la polvere passando un panno imbevuto in una soluzione igienizzante, in modo da eliminare anche germi e batteri presenti.

Successivamente, la scrivania va risistemata e organizzata cercando di porre tutta la documentazione cartacea in maniera ordinata, e mettendo all’interno dei cassetti tutto ciò che è secondario per il nostro lavoro.

Come pulire lo schermo del pc senza rovinarlo

Dopo esserci occupati delle scrivanie continuiamo con la pulizia degli uffici passando ad un altro strumento importante della nostra quotidianità lavorativa, ossia lo schermo del pc.

Al fine di evitare che la polvere comprometta il suo funzionamento, è opportuno pulire il monitor più volte durante la settimana.

Per prima cosa assicuriamoci di aver staccato la spina per evitare ogni possibile rischio. Prendere poi un panno in microfibra leggermente inumidito e passarlo sullo schermo. In questo modo verranno rimosse sia le impronte presenti che qualsiasi altra macchia.

Attenzione a non versare direttamente sullo schermo il prodotto nel quale imbevete il panno, poiché potreste danneggiarlo. Ed evitate di trascinare la polvere sul monitor dato che potreste graffiarlo.

Nel caso in cui vi siano macchie ostinate, imbevete il panno in acqua calda e strofinare delicatamente. Successivamente ripassare con un panno asciutto per evitare di lasciare aloni.

Come si pulisce una tastiera del pc per igienizzarla a fondo?

Quando si decide di fare seriamente la pulizia degli uffici non si può tralasciare la tastiera del pc, la quale viene utilizzata quotidianamente, e di conseguenza è uno degli oggetti più sporchi in ufficio.

In più se si ha l’abitudine di sgranocchiare qualcosa nel mentre si scrive o di fare la pausa pranzo alla propria scrivania, quasi sicuramente sulla tastiera saranno presenti germi e parassiti.

Per pulirla correttamente ed eliminare ogni impurità bisogna utilizzare un detergente igienizzante o alcol. Poi passandoci sopra con un panno in microfibra rimuoviamo lo sporco.

Infine, con dei bastoncini di ovatta imbevuti nell’alcol, puliamo ogni singolo tasto in profondità.

Come pulire la sedia da ufficio e farla durare a lungo

Dopo aver pulito la scrivania, lucidato il monitor e rimosso le briciole dalla tastiera, continuiamo la nostra pulizia degli uffici occupandoci della sedia. Un altro oggetto che siccome viene utilizzato ogni giorno, si sporca con facilità.

Inoltre, per preservare una sedia da ufficio dall’usura e renderla più duratura, occorre effettuare un’accurata e frequente manutenzione.

Per evitare di rovinare la sedia e danneggiare gli eventuali rivestimenti, è opportuno pulirla frequentemente con un panno morbido. In questo modo si evitano gli eccessivi accumuli di polvere.

Qualora sul rivestimento ci siano macchie di inchiostro o di caffè ed il tessuto non è lavabile, bisogna utilizzare un smacchiatore specifico per la tappezzeria. Viceversa, nel caso in cui il tessuto sia lavabile, è possibile pulire la sedia con una spugna morbida imbevuta in una soluzione di acqua e detersivo.

Come rimuovere polvere e macchie dalla moquette dell’ufficio

Per alcuni la pulizia degli uffici corrisponde esclusivamente alla pulizia della moquette, ma purtroppo non è così. Il nostro ufficio è dove sono presente i nostri strumenti di lavoro, dai quali va rimossa regolarmente la polvere per evitare che essi vengano danneggiati.

Dunque a mio avviso, possiamo considerare la pulizia della moquette come step conclusivo della pulizia degli uffici che, se eseguita regolarmente, rende il tutto più veloce e facile da fare, oltre ad assicurare la massima igiene sul posto di lavoro.

Per pulirla passiamo almeno due volte a settimana l’aspirapolvere, avendo cura di premere sulla superficie per un risultato migliore.

Laddove siano presenti delle macchie sulla moquette, bisogna passarci sopra un panno imbevuto in acqua tiepida e ammoniaca. Oppure in alternativa si potrebbe provare con una soluzione di acqua e alcool denaturato.