Quante volte al giorno portare fuori il cane? Ecco Il consiglio dei veterinari

La salute dei cani è un aspetto da non sottovalutare mai, sia se il cane è un cucciolo, adulto, o a maggior ragione, se anziano. Come proprietario di un animale, è tua responsabilità conoscere tutti gli aspetti della sua salute e delle sue necessità fisiologiche.

La maggior parte dei proprietari di cani, domandando spesso (soprattutto se è la prima volta che adottano un animale) quanto spesso dovrebbero uscire a fare una passeggiata.

Ci sono molti fattori che possono influenzare le uscite, come ad esempio il peso corporeo, il sesso e l’età del cane (o la presenza di patologie).

Le esigenze e il numero delle uscite di un cane cucciolo sono completamente diverse dal numero di passeggiate raccomandato per un cane adulto. Leggendo questo articolo scoprirai il numero di uscite ideale per far espletare le funzioni fisiologiche ed evitare infezioni del tratto urinario e altre malattie correlate.

Il consiglio dei veterinari è portare fuori il cane mediamente dalle 3-5 volte al giorno

Mediamente, i cani hanno bisogno di uscire almeno 3-5 volte al giorno per avere l’opportunità di espletare le loro funzioni fisiologiche prevenendo varie malattie correlate al tratto urinario. Ricordiamo inoltre, che un cane non esce solo per fare i propri bisogno ma anche per soddisfare anche altre esigenze da animale, ovvero camminare, correre, annusare, giocare e venire a contatto con altri animali, della sua specie e non. Quindi quando si porta il cane fuori è consigliato stare almeno 15-20 minuti, fino anche ad un’ora. Chiaramente non è sempre possibile per questo puoi chiedere l’aiuto di un dogsitter.

Quando portare il cane fuori più spesso?

I cani di taglia grande hanno maggiori probabilità di avere problemi a trattenere la vescica rispetto a quelli più piccoli. Le razze minuscole, d’altra parte, hanno una capacità della vescica più piccola in generale, il che significa che se bevono molta acqua, dovranno fare pipì più spesso. Il cane potrebbe anche dover fare pipì più spesso se:

  • Sono in sovrappeso o obesi
  • Sono sotto farmaci che causano o incoraggiano la minzione frequente
  • Hanno condizioni di salute specifiche come ad esempio il diabete
  • Sono usciti presto durante la giornata e hanno bevuto più acqua del solito

In generale queste condizioni dovrebbero essere sempre tenute sotto controllo. Ogni proprietario dovrebbe predisporre la propria cartella clinica veterinaria da compilare insieme al proprio veterinario e averla sempre a disposizione. E’ possibile creare il profilo del proprio animale su https://doctorvet.it, in questa pagina.

Quando chiamare il veterinario?

La minzione frequente nei cani non è sempre un sintomo di un problema. Età, peso e altri fattori possono contribuire a far aumentare il disagio del cane e quindi a portarlo fuori più spesso. Ci sono, tuttavia, alcuni segnali di avvertimento che ti faranno capire che la situazione può essere grave, e che devi portare immediatamente il cane dal veterinario. Ad esempio:

  • Sforzo o fastidio durante la minzione
  • Un cambiamento nel colore dell’urina, specialmente in molto scuro o rosso
  • Un improvviso e netto aumento del numero di volte in cui il tuo cane ha bisogno di uscire ogni giorno.

Ogni cane è unico, con le sue esigenze

Ogni cane ha le sue esigenze, perché ogni cane è diverso. Proprio come le persone sono differenti tra loro. Ci sono diversi fattori che possono ridurre la quantità di tempo o il numero delle volte che uscite. I fattori da considerare sono: età, razza, dimensione, dieta/alimentazione, o avere determinate patologie che possono inficiare il numero delle uscite giornaliere.

È anche importante osservare attentamente le abitudini del tuo cane. Se si dimena e mostra disagio dopo 6 ore dall’ultima uscita, dovresti prendere l’abitudine di far uscire il cane più spesso e in un intervallo minore delle solite 6 ore. Se invece sai che il tuo cane può farcela per 10-12 ore dopo l’ultima uscita, questo non significa che puoi attendere così tanto da una passeggiata e l’altra. E’ sicuramente un vantaggio quando magari ti trovi fuori casa al momento dell’uscita e puoi contare sul fatto che il tuo cane riesce a resistere un pò di tempo in più. In questo caso puoi allungare i tempi della passeggiata prima dell’impegno o dopo, ma tieni presente che far trattenere i bisogni al cane per troppo tempo può aumentare il rischio di infezioni alla vescica, ai reni e al tratto urinario.

I cuccioli, come puoi immaginare, fanno pipì frequentemente. Si presumere però che un cucciolo sia in grado di tenere la pipì per un’ora più il numero di mesi che ha. Verosimilmente, un cucciolo di sei mesi, si avvicina molto di più alla capacità della vescica di un cane adulto rispetto a uno che ha solo uno o due mesi.

Portare fuori un cucciolo ogni ora durante il giorno, tuttavia, è un ottimo modo per assicurarsi che riceva l’addestramento e l’attenzione di cui ha bisogno. È anche più probabile che i cuccioli facciano i loro bisogni entro circa un quarto d’ora, dopo che mangiano. Se hai dato da mangiare al tuo cucciolo di recente o lo hai osservato mentre beve l’acqua, prova a tirarlo fuori entro dieci minuti e cammina finché non si libera.

In questo modo, il cucciolo imparerà ad associare l’esigenza di espletare i propri bisogno con l’uscire fuori. I cani anziani, come i cuccioli, non hanno la capacità di trattenere la vescica a lungo. Molti proprietari osservano che la capacità del loro cane di trattenere i bisogni diminuisce con l’avanzare dell’età. Quindi non scambiare un’eventuale pipì fuori luogo se stai trattando un cane cicciolo o anziano.  Non è disobbedienza da parte del cane, sii comprensivo.

I cani anziani in genere hanno bisogno di un’uscita ogni 4-6 ore massimo. Questo può, tuttavia, dipendere dalla razza specifica del cane, dal suo peso e dai suoi altri problemi di salute. Alcuni cani anziani potrebbero aver bisogno di fare pipì più spesso. Se non puoi essere a casa per portare fuori il tuo cane, assumere un dog sitter, come suggerito prima, è un’ottima opzione.

Può anche essere utile addestrare il cane a fare i bisogni sulla traversina, (assorbente) in modo che abbiano un posto “sicuro” per urinare anche se non sei disponibile a portarli fuori. Uscire e portare fuori il cane con regolarità è parte integrante della sua salute. Come proprietario, hai la responsabilità di prenderti cura del tuo cane nonostante la sua età, le sue patologie ed eventuali problematiche.