Come diventare un dog sitter

I dog sitter forniscono un servizio importante per i proprietari di animali indaffarati. Servono come guardiani fidati per gli animali domestici, ma anche come partner, per i loro clienti. In questo articolo, discutiamo cosa fa un dog sitter, come puoi diventare un dog sitter e le risposte alle domande comuni su questa figura.

Cosa fa un dog sitter?

I dog sitter sono addetti alla cura e al servizio degli animali: portano a spasso i cani di altre persone per un periodo definito. I dog sitter possono essere indipendenti o lavorare per un’azienda dedicata. Alcuni dog sitter portano fuori un cane alla volta per le passeggiate, mentre altri possono portare più cani in ogni uscita. La durata di ogni passeggiata dipende dalla razza del cane e dalle istruzioni del cliente. I dog sitter devono essere trasparenti con i proprietari e discutere i desideri del proprietario per la cura del cane e il processo di dog walking.

I compiti di base di un dog sitter possono includere:

  • Andare a casa di un cliente e prendere i cani di quella persona
  • Assicurarsi che i cani indossino collari con la targhetta di identificazione adeguati
  • Portare i cani su percorsi a piedi designati
  • Assicurarsi che i cani siano ben nutriti e idratati
  • Dare bocconcini ai cani per mantenere la concentrazione
  • Pulire i cani dopo la passeggiata
  • Essere a conoscenza delle ordinanze comunali e delle leggi in materia di cura degli animali
  • Rispondere alle chiamate
  • Fissare gli appuntamenti
  • Configurazione degli orari

Se si vuole fare le cose per bene, la figura del dog sitter è un vero e proprio lavoro.

Stipendio medio per un dog sitter

Il dog walking può essere un’attività redditizia in base ad alcuni fattori, come l’esperienza, la reputazione, le ore di attività e, naturalmente, il pubblico a cui ci si rivolge. I dog sitter possono inoltre guadagnare di più se sono dei trainer certificati. Lo stipendio medio per un dog sitter negli è di 8€ all’ora. Secondo delle zone e del tipo di pubblico e delle richieste, i prezzi variano da 5/6€ a 15/20€ all’ora.

Una passeggiata che include una sessione di training e una toelettatura, ad esempio, avrà un prezzo diverso dalla semplice sgambata sotto casa. Stesso discorso vale per un servizio che include il trasporto in auto per raggiungere il tolettatore o il veterinario, al quale va aggiunto il tempo di attesa.

Un’uscita di gruppo avrà un costo diverso rispetto all’uscita singola. Un dog sitter può scendere di prezzo fino ai 5/6e l’ora per un’uscita in gruppo, potendo contare sul numero di cani per raggiungere un compenso più alto. Diversamente un’uscita singola può avere un costo che varia dagli 8/10e fino ad arrivare ai 20€ per cani particolarmente grandi e impegnativi.

Competenze

Un dog sitter deve avere varie abilità, alcune indispensabili e altre che fanno la differenza tra un semplice dog sitter e un dog sitter “specializzato”, anche se questa figura in Italia ancora non esiste:

  • Attenzione ai dettagli: i dog sitter devono prendere nota di cose come le razze di cani di cui si prendono cura, le istruzioni del cliente, le ordinanze statali e comunali e qualsiasi necessità speciale dei cani.
  • Comunicazione: i dog sitter devono essere in grado di comunicare con i clienti per ricevere istruzioni, fissare appuntamenti e informare i clienti. Possono comunicare con i cani dando comandi e attraverso segnali non verbali.
  • Abilità interpersonali: oltre ad essere in grado di osservare ed empatizzare con i cani, i dog sitter devono avere abilità con le persone. Devono essere in grado di entrare in empatia con i clienti e guadagnare la fiducia di quei clienti.
  • Risoluzione dei problemi: a seconda della situazione, i dog sitter devono capire come calmare i cani dei loro clienti e come evitare del tutto conflitti con altri cani o animali.
  • Organizzazione, registrazione e programmazione: i dog sitter devono tenere un registro eccellente per la loro clientela, prendendo nota di eventuali esigenze o richieste speciali.
  • Conoscenze tecniche: I dog sitter dovrebbero avere conoscenze di base relative all’uso di sistemi di ritenuta e gabbie per animali, controllo degli animali, nutrizione e cure di primo soccorso. Questi non sono necessari al lavoro ma possono fare la differenza quando vi presenterete a nuovi clienti e dovranno scegliere tra voi e un altro dog sitter.

Trainer

Alcuni dog sitter si sono spinti oltre, certificandosi come trainer comportamentali per cani.

In questo modo hanno acquisito la capacità di saper trattare ogni cane, riconoscendone capacità e carattere e sono in grado si smussare atteggiamenti aggressivi, per il bene del cane, del padrone e dello stesso dog sitter che avrà meno problemi nel portane il cane al parco o a passeggio.

A questo link puoi trovare un dog sitter a Roma che ti garantisce puntualità e professionalità. Un pubblico esigente apprezzerà sicuramente la differenza di professionalità e competenza di un trainer nei confronti di ragazzi improvvisati che cercando di arrotondare.