Come fare i liquidi per sigaretta elettronica?

I liquidi pronti per sigaretta elettronica, a volte, sono un po’ costosi e non sempre soddisfano le esigenze dei singoli fumatori. Per questo motivo, molti preferiscono iniziare a fare da soli i liquidi da svapare ma, per una miscelazione ottimale bisogna saper bilanciare bene gli ingredienti e le dosi.

Per creare i liquidi fai da te bisogna però conoscere almeno prima le basi. Scopriamo quindi come fare i liquidi per sigaretta elettronica a casa.

Liquidi per sigaretta elettronica: come sono fatti?

Per creare un buon liquido per sigaretta elettronica sono necessari solo due ingredienti: la base neutra con o senza nicotina e l’aroma concentrato.

Cosa sono questi ingredienti?

Molte riviste si sono interessate alla composizione dei liquidi svapo, grazie al trend di crescita che le e-cig stanno avendo in tutto il mondo. Ne hanno parlato anche su Repubblica e ora vedremo nel dettaglio le caratteristiche di Glicole, Glicerina vegetale e Aromi.

La Base per sigaretta elettronica: Glicole e Glicerina

Il Glicole Propilenico è l’ingrediente principale dei liquidi per sigaretta elettronica, che raggiunge anche il 90% di composizione della soluzione. È un solvente liquido viscoso, incolore e inodore, dal sapore leggermente dolce.

È un additivo alimentare e viene usato anche per produrre farmaci e cosmetici. Per l’e-cig è un buon supporto per gli aromi e per rinforzare il colpo provocato dalla nicotina.

La Glicerina Vegetale viene usata nell’industria alimentare, cosmetica e farmaceutica, si tratta di un solvente atossico usato come additivo, impiegato spesso nelle sigarette elettroniche da solo o miscelato con il glicole propilenico. È in grado di aumentare il volume del vapore generato dall’e-cig, rendendolo più denso, e di rinforzare l’aroma utilizzato.

L’Aroma

L’Aroma usato per comporre il liquido della sigaretta elettronica può essere realizzato con aromi naturali, chimici o la loro miscela. Lo scopo è quello di produrre il gusto desiderato. In commercio, ci sono aromi fruttati, dolci, cocktail complessi, anche se il più richiesto resta quello al tabacco. Tra i produttori di aromi più conosciuti c’è il marchio Vapr, specializzato in basi e aromi per sigarette elettroniche.

Tutti gli aromi che vengono usati per produrre i liquidi sono certificati per alimenti e, quindi, sicuri per la salute.

Come fare liquidi per tiro di guancia: composizione

Una caratteristica del tiro di guancia è la produzione moderata di vapore, data dall’utilizzo di resistenze che si aggirano intorno al valore 1 Ohm e potenze di 10/20W.

Non è necessario l’utilizzo di molto liquido ma è importante la sua composizione che deve avere una buona percentuale di glicole propilenico, gradazioni più alte di nicotina liquida e bassa densità delle basi neutre. Le percentuali di PG/VG devono essere di 60/40 o 50/50. Usare liquidi più densi è sconsigliato in quanto il cotone farebbe fatica a impregnarsi.

Un esempio di liquido base per tiro a guancia a cui aggiungere l’aroma:

  • Glicole propilenico 50%
  • Glicerina vegetale 40%
  • Acqua distillata 10%

Come fare i liquidi per tiro di polmone: composizione

Il tiro al polmone si caratterizza per la vaporizzazione molto più aggressiva rispetto al tiro di guancia, dovuta all’utilizzo di coil con valore Ohm più basso e potenze superiori di esercizio.

Il liquido utilizzato deve avere basse gradazioni di nicotina (3 mg/ml o meno), liquidi con prevalenza di Glicerina vegetale, con percentuale di quest’ultima dal 70% in su.

Un esempio di liquido base per tiro a polmone a cui aggiungere l’aroma:

  • Glicerolo vegetale 90%
  • Glicole propilenico 10%

Creazione liquidi svapo: quanto deve riposare il liquido?

Dopo aver preparato il liquido fai dai te per la sigaretta elettronica, in alcuni casi, è necessario farlo riposare prima di svaparlo.

In linea generale è buona norma attendere il famoso periodo di maturazione, ovvero, quell’arco di tempo in cui far riposare il liquido prima di utilizzarlo. Il periodo è variabile e va dall’utilizzo immediato, per alcune tipologie di liquido, all’attesa di diversi giorni o settimane.

Consigliamo di approfondire questo argomento al fine di ottenere liquidi di qualità, facilmente utilizzabili.